Uno stile di vita sano può drasticamente abbassare il rischio di tumori

Disgrazia o comportamento?

Probabile che non tutti crederanno ciò che stai per leggere ma diversi studi hanno escluso la casualità o predestinazione di tumori o cancro: ammalarsi di tumore non è una questione di una disgrazia o sfortuna ma uno stile di vita poco sano.

Difatti, i scienziati dell’Istituto europeo di oncologia (Ieo) hanno rivelato che alcune delle modificazione del Dna più frequenti e importanti per lo sviluppo o crescita del cancro, non succedono per caso come i quadri clinici hanno ipotizzato fino a poco tempo fa.

Uno stile di vita

I ricercatori affermano che i tumori sono prevedibili e provocate da una sorte di segnali che arrivano alla cellula da ambienti esterni .

Quella di poter ereditare un tumore sembra dunque una paura diffusa ingiustamente.

Mai dire mai, ma niente panico!

Prima di continuare è giusto precisare che, come ogni cosa al mondo, ci sono eccezioni che confermano la regola, ma se consideriamo i casi rarissimi possiamo stare rassicurati.

La scienza e la ricerca ci spiega che “soltanto” poco più di 1% di tutti i tumori diagnosticati ogni anno vengono considerate ereditarie.

E’ dunque corretto parlare di predisposizione genetica allo sviluppo della malattia piuttosto che affermare che il cancro è ereditaria.

Poco meno del 99% dei tumori sono dunque classificate autoimmuni e la causa principale sarebbe soprattutto uno stile di vita malsano o un ambiente non idoneo in cui passiamo maggior parte del nostro tempo.

Difatti, basta pensare alle persone che lavorano in ambienti poco sani, maggiormente esposti a complicazioni legati alla salute.

Premio Nobel

Purtroppo non tante persone a livello planetario lo sanno, figuriamoci se ci credono, anche se al mondo farmaceutico non è proprio una novità. A volte l’etica si fa benedire.

Possiamo dedurre che questo fatto è tenuto nascosto dall’industria farmaceutica e alimentare.

Torniamo un attimo indietro nel tempo e ricordiamo che proprio nel 1931 lo scienziato tedesco Otto H. Warburg ha ricevuto il Premio Nobel per la scoperta sulla causa principale di cancro.

Il Sig. Otto ha rivelato che il cancro è il risultato di un potere anti-fisiologico. Per dirlo in una frase più semplice: uno stile di vita non sano.

In realtà la risposta non è difficile a comprendere poiché uno stile anti-fisiologico nutrizionale ovvero, una dieta basata su cibi acidificanti incide negativamente sulle nostre cellule.

Inoltre, la vita sedentaria e l’inattività fisica, crea un ambiente acido nel nostro corpo, favorendo una cattiva ossigenazione delle cellule.

L’acidosi cellulare da origine all’espulsione dell’ossigeno ma la mancanza di ossigeno nelle cellule crea un ambiente acido.

Le testuale parole di Warburg sono le seguenti: “La mancanza di ossigeno e l’acidità sono due facce della stessa medaglia:. Se una persona ha uno, ha anche l’altro”

Dunque, se una persona ha un’eccesso di acidità, avrà per forza una mancanza di ossigeno nel suo sistema cellulare.

Oltre a ciò detto aggiunge:
“Le sostanze acide respingono l’ossigeno, a differenza delle alcaline che attirano invece l’ossigeno.”

Senza ossigeno si muore

Possiamo interpretarlo soltanto in un modo: un ambiente acido è un ambiente senza ossigeno.

La cosa piuttosto scioccante è che il premio Nobel ci spiega che la mancanza di ossigeno, anche soltanto del 35% per solo 48 ore, può convertirla in un cancro.

Difatti, in rete possiamo trovare mille documenti scientifici che spiegano che una cellula umana non sopravvive senza ossigeno.

Tutte le cellule “normali”, hanno assolutamente bisogno di ossigeno, mentre le cellule tumorali no. Loro possono vivere senza ossigeno.

Ricordiamo che i tessuti tumorali sono acidi, invece i tessuti sani sono alcalini.

Il metabolismo dei tumori

Otto Warburg ha mostrato nella sua opera “Il metabolismo dei tumori,” che tutte le forme di cancro sono caratterizzate da due condizioni fondamentali: acidosi del sangue e ipossia.

Per di più ha scoperto che le cellule tumorali sono anaerobiche e non possono rimanere in vita in presenza di alti livelli di ossigeno.

Le cellule tumorali possono sopravvivere soltanto con glucosio (zucchero) e in un ambiente carente di ossigeno.

Tuttavia, stando alle ricerche capiamo dunque che il cancro non è altro che un meccanismo di difesa del nostro corpo che cerca di sopravvivere in un ambiente acido e privo di ossigeno.

Ricapitolando:

Le nostre cellule sane vivono in un ambiente ben ossigenato e alcalino che consente un suo normale funzionamento.
Le cellule tumorali possono sopravivere in un ambiente acido e carente di ossigeno.

Una volta terminato il processo peptico, gli alimenti forniscono e generano una condizione di acidità o alcalinità nel corpo a secondo della qualità di carboidrati, proteine, vitamine, minerali e grassi.

Sicuramente avrai già visto qualche slogan “sei ciò che mangi”, giusto?

Entriamo un attimo in un discorso più tecnico ma necessario per farti capire meglio come funzionano le nostre cellule.

Un risultato alcalinizzante o acidificante viene misurato con una scala chiamata PH. I valori vanno da 0 a 14, e al valore 7 corrisponde un pH neutro.

Per questo motivo è importante sapere come gli alimenti acidi e alcalini influiscono positivamente o negativamente sulle cellule e quindi sulla nostra salute.

Per funzionare in modo corretto dovrebbe essere leggermente alcalino al di sopra un pH 7. Infatti, una persona sana, ha un pH del sangue compreso tra 7.4 e 7.45. circa.
Se invece il pH del sangue di una persona è inferiore al pH7, …va in coma.

Cibo non idoneo per condurre uno stile di vita sano

Forse non sei al corrente ma gli alimenti che acidificano il corpo sono tantissimi. Soprattutto nell’occidente dove maggior parte delle malattie sono autoimmuni.

Ecco un elenco di ciò che mangiamo o beviamo spesso in eccesso:

Lo zucchero raffinato e tutti i derivanti sono i peggiori di tutti. Quanti caffè bevi al giorno, e che zucchero ci metti dentro? Pensaci. Lo zucchero raffinato non contiene proteine o grassi ed è completamente privo di vitamine o minerali. Possiamo dire che è il nemico numero uno del pancreas.

Tutti tipi di carne

Prodotti di origine animale (latte e formaggio, yogurt, ecc)

Il sale raffinato.

Farina raffinata e tutti i suoi derivati. (pasta, torte, biscotti, ecc)

Pane. (La maggior parte contengono grassi saturi, margarina, sale, zucchero e conservanti)

Margarina.

Antibiotici e medicine in generale.

Caffeina. (Caffè, tè nero, cioccolato)

Alcool.

Tabacco, (soprattutto le sigarette)

Cibo cotto (la cottura elimina l’ossigeno e aumenta l’acidità dei cibi)

Tutti gli alimenti trasformati contenenti coloranti, conservanti, correttori, aromi chimici, stabilizzanti, ecc.


Il sangue è in grado di ‘autoregolarsi’ continuamente per non cadere in acidosi metabolica e dovrebbe garantire il buon funzionamento del metabolismo cellulare.
Dobbiamo tenere in mente che il nostro corpo deve ottenere una base di minerali alimentari per neutralizzare l’acidità del sangue.

Nell’odierno stile di vita, i cibi menzionati sopra vengono consumati almeno tre volte al giorno. Multiplica per 365 giorni l’anno!!

Tutti questi generi alimentari sono anti-fisiologici.

Uno stile di vita sano grazie ai cibi che fanno bene

Per fortuna ci sono anche cibi che ci fanno stare bene e sono necessari per il nostro organismo, ovvero gli alimenti alcalinizzanti. Alcuni esempi di cibi sani che forniscono le basi necessarie per il corretto equilibrio:

Tutte le verdure crude perché producono ossigeno (quelle cotte no).

Lo stesso vale per i frutti. Il limone per esempio ha un pH di circa 2,2, e all’interno del nostro corpo ha una reazione altamente alcalino. Il motivo per il quale si propone di bere un bicchiere d’acqua con limone tutte le mattine a stomaco vuoto.

I frutti in generale producono e forniscono abbastanza ossigeno alle nostre cellule.

Anche le mandorle fanno parte dei cibi alcalini

I cereali integrali
L’unico cereale particolarmente alcalinizzante è il miglio, mentre gli altri sono lievemente acidi. La dieta ideale ha comunque bisogno di un minimo di acidità, importante consumare i cereali cotti.

A sorpresa per molti, anche il miele è altamente alcalinizzante.

La clorofilla va benissimo perché anche essa è fortemente alcalina.

Un alimentare che viene considerato poco è l’acqua. E’ una fonte importantissima per la produzione di ossigeno.

Ci sono persone che soffrono di disidratazione cronica e purtroppo è la tensione principale della maggior parte di tutte le malattie degenerative.

Quindi bere 2/3 litri d’acqua al giorno è fondamentale.
Si sa che le persone in generale sono pigre, ma non si rendono conto che mettono a repentaglio la loro salute.

Difatti, l’esercizio ossigena tutte le cellule del nostro corpo.

Spero che hai avuto qualche delucidazione su cosa ti fa bene come cibo e cosa sarebbe meglio evitare. Al contrario, uno stile di vita sedentario per assurdo “usura” il corpo.

Uno stile di vita migliore grazie all’alcalina

La cosa migliore sarebbe garantire una alimentazione di circa il 60% alcalina e poco acida. Il sacrificio più grande è di evitare i prodotti maggiormente acidi, come le bibite gassate, lo zucchero raffinato e gli edulcoranti che servono per rendere i cibi più “dolci”.

Anche il sale andrebbe evitato il più possibile.
Le persone che purtroppo si sono già ammalati, l’ideale sarebbe di optare per un’alimentazione di circa 80% alcalina, eliminando completamente i prodotti più nocivi indicati prima.
Difatti, alle persone che hanno il cancro si consiglia di alcalinizzare il più’ possibile.

G.W.C. – Una persona rispettata a livello planetario

Uno dei chirurghi più rispettati al mondo, ovvero Dr. George W. Crile, di Cleveland, ha dichiarato senza troppi giri che:
“Tutte le morti chiamate naturali non sono altro che il punto terminale di un saturazione di acidità nel corpo.”

Come già accennato prima, è quasi del tutto impossibile (99,99%) per il cancro di manifestarsi in soggetti che si sbarazzano dell’acidità attraverso una dieta alcalina.

Ora il vero stupore: in generale, il cancro o i tumori non si contraggono e tantomeno si ereditano. L’avresti mai detto? Purtroppo ciò che si eredita di solito sono le cattive abitudini alimentari, o ambientali, ovvero, lo stile di vita in generale.

Questi sono le vere cause del cancro. Va detto che è molto soggettivo naturalmente, considerando che non tutte le persone hanno un sistema immunitario forte.

Infatti, la prima preoccupazione dovrebbe essere la prevenzione, cercando di aumentare le nostre difese naturali, non solo contro batteri e virus ma anche contro tumori e cancro.

La lotta contro la ritenzione di acido

“La tua lotta della vita dovrebbe essere contro la ritenzione di acido!!”.
Il nostro corpo deve difendersi dall’invecchiamento e la mancanza di energia, ma anche dallo stress in generale, non solo quello mentale.

Il mal di testa, alcune allergie, le malattie cardiache, l’eczema e l’orticaria, i calcoli renali, il fegato grasso, arteriosclerosi, non sono altro che l’accumulo di acidi.

Vorrei proporti un libro scritto da Dr. Theodore A. Baroody, intitolato “Alcalinizzare o morire”. In realtà, non è neanche di grande importanza il nome che diamo alle innumerevoli malattie.

La cosa veramente importante è che provengono tutti dalla stessa causa principale, ovvero, l’eccesso di acido nel corpo.

Ribadiamo: l’eccesso di acidificazione nel nostro organismo è la causa principale di tutte le malattie degenerative.

Se un corpo perde il suo equilibrio per motivi citati sopra, inizia a produrre e immagazzinare acidità e rifiuti tossici.

La chemio come soluzione (?)

Qualcuno proporrebbe una soluzione: la chemioterapia?

Quello che spesso non dicono, è che la chemioterapia acidifica il corpo a tal punto che ricorre a tutte le riserve alcaline del corpo per neutralizzare l’acidità al più presto, sacrificando però tutte le basi minerali quali il calcio, il magnesio ed il potassio depositati nelle ossa, denti, articolazioni, unghie e capelli.

Uno stile di vita

Ecco perché una persona sottoposta ad una terapia di chemio diventa estremante debole, perdendo i capelli, presenta problemi alla pelle ecc.

Nei casi peggiori un pH troppo acido significherebbe la morte. Ecco perché chiunque viene sottoposto ad una terapia di chemio deve firmare dei documenti dove si prende totale responsabilità in caso qualcosa va storta.

Ssssssssst ! Facciamo finta di nulla…

Niente di tutto questo è raccontato apertamente perché la chemioterapie sono alcune delle attività più redditizie che esistano. Un giro multi-milionario e i proprietari di queste industrie non vogliono naturalmente che tutto ciò venga apertamente pubblicato.

Oggi non è più un segreto che l’industria farmaceutica e l’industria alimentare sono un’unica entità.
Più le persone sono malate, più sale il profitto. Teniamo sempre in mente che non devi morire, non devi stare bene, devi zoppicare! Altrimenti non saresti una fonte di guadagno.

Non ti è mai capitato che qualcuno ti ha detto: “ cancro, timori… può capitare a chiunque…”
Sembra non proprio cosi!!

Non ci vuole un genio per capire che una pianeta più pulita non posso che farci bene. Cosi come un ambiente di lavoro sano e uno stile di vita corretto.

La prevenzione è uno stile di vita.

Ciascuno di noi può decidere se prevenire più del 60% delle malattie, con pochi e precisi cambiamenti, addattando uno stile di vita differente, più sano!

L’organizzazione scientifica s’impegnerà sul restante 40% . A patto che ci sia l’etica, i fondi e la voglia sufficienti per la ricerca. Purtroppo è più facile investire nelle pubblicità, piuttosto che nelle ricerca.

Integrare con la Spirulina Bio Mix

Scopri di più qui

Articolo a cura di D. Edgard B.