Combattere la carenza di zinco con l’integrazione.

La carenza di zinco

Lo zinco è un minerale importantissimo ed ha ha numerose funzioni nel corpo.

Questo minerale serve da cofattore per oltre 300 enzimi nel corpo.

In poco parole, lo zinco è una sostanza con benefici e proprietà indispensabili al nostro buono stato di salute.

Particolarmente quelli coinvolti nel metabolismo di carboidrati, proteine e grassi.

Lo zinco è per di più essenziale per l’integrità delle membrane cellulari, il mantenimento del DNA e dell’RNA.

Com non bastasse, lo zinco è molto utile per la crescita e la riparazione dei tessuti, la guarigione delle ferite, la mineralizzazione ossea, la corretta funzione tiroidea, la produzione di prostaglandine, la coagulazione del sangue e le funzioni cognitive.

Lo zinco è un minerale integrale ottimale inoltre per lo sviluppo fetale e la produzione di spermatozoi.

Gli effetti benefici dello zinco

Il nostro sistema immunitario necessità dello zinco per funzionare correttamente, in particolare modo opporsi alle infezioni.

carenza di zinco

Gli integratori a base di zinco hanno un’importante azione antiossidante e antinfiammatoria.

Chi gode particolarmente di questo minerale sono le persone di terza età.

Lo zinco riduce del 40% gli episodi di raffreddore stagionale e se assunti entro 24 ore dall’insorgenza dei sintomi del raffreddore, aiuta a ridurne la gravità, oltre la sua durata.

Come già detto prima, lo zinco serve per mantenere l’integrità della pelle ed è molto utile contro l’acne.

Utile soprattutto per le persone che soffrono di ferite croniche della pelle o di ulcere.

L’assunzione giornaliero di zinco raccomandata per gli adulti è di circa 12,5 milligrammi.

Una volta entrato nell’organismo, lo zinco va a far parte delle ossa, dei denti, delle unghie; lo si trova anche nella pelle, nel fegato, nei muscoli e nei capelli.

Sapevi che lo zinco è presente addirittura in alcune parti degli occhi, nella prostata, spermatozoi e nei globuli bianchi?

Questo minerale è’ indispensabile per lo sviluppo corporea e per assicurare una normale risposta immunitaria.

I sintomi legati alla carenza di zinco

carenza di zinco

Come sintomi troviamo: l’alterazioni della pelle (smagliature) e delle unghie (macchie bianche), friabilità capillare dovuta alla stanchezza, calo dell’appetito, lenta guarigione delle ferite, leggero cale della sensibilità gustativa, sistema immunitario debole, predisposizione alle infezioni,…

carenza di zinco

Piccole carenze di zinco provocano invece una diminuzione dell’interesse verso l’erotismo.

Studi dimostrano che la mancanza di zinco porta ad una minore concentrazione di spermatozoi e spesso anche all’impotenza.

Un’insufficienza di zinco può provocare un insufficiente del funzionamento di ovaie e testicoli.

Se si verifica durante il periodo fetale o della crescita, può dare origine a nanismo o ritardata maturità sessuale.

Quale sono le e cause della carenza di zinco?

Le cause della carenza di zinco possono essere diverse.

Innanzitutto possono derivare da un insufficiente o cattivo assorbimento.

Ciò spesso accade in casi di etilismo cronico. L’alcool spinge fuori lo zinco depositato nel fegato e lo elimina attraverso le urine.

La causa più diffusa dell’insufficienza di zinco è soprattutto nell’alimentazione, ed è per questo che proponiamo un integrazione con la nostra spirulina, ricca di zinco e tantissimi altri oligo-elementi fondamentali pr il nostro corpo.

Non è un segreto che i farmaci sono responsabili a diminuire lo zinco. Sempre meglio evitare soprattutto gli antidepressivi e steroidi, ma in generale è meglio evitare i farmaci se non servono in modo inevitabile o sotto prescrizione del medico in casi necessari.

carenza di zinco

Un altro nemico indiscusso dello zinco e il tabacco che produce un minerale tossico chiamato anche cadmio che impedisce il corretto funzionamento dello zinco nel nostro corpo.